Image Alt

Teatro Terapeutico & Gestalt con Jorge Villlonga

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Teatro Terapeutico & Gestalt con Jorge Villlonga

sabato 21 Settembre, 10:00 am - domenica 22 Settembre, 1:00 pm

21 e 22 settembre 2019 presso il Centro Zen81 a Napoli, organizzato da Casa Balam

Seminario esperienziale ludico/terapeutico realizzato da Jorge Villalonga, direttore della Scuola Gestalt di Bogotà, volto a sviluppare abilità terapeutiche e teatrali per l’integrazione delle polarità.
Rivolto a psicologi, psichiatri, counselor, professionisti della salute, educatori, attori, arteterapeuti, studenti e qualsiasi persona interessata alla propria crescita personale.

Orari sabato 21 dalle 10 alle 18,30 (con pausa pranzo), domenica 22 dalle 10 alle 14.

20 settembre ore 19 presentazione con serata esperienziale sul Clown Terapeutico https://www.facebook.com/events/2602368816448940/?ti=cl

Info e prenotazioni
328 4996844 – 346 6574950
casabalam.na@gmail.com

http://jorgevillalonga.com/
http://gestaltbogota.com/
http://teatroterapeutico.com/tt/

Il Teatro Terapéutico
Sin dai tempi antichi gli esseri umani si sono riuniti per celebrare e condividere le storie trasmesse dai nostri antenati.
Il teatro ha le sue origini nei primi rituali sacri, e la sua natura tribale ha sempre funzionato come una comunità coesa, trasmettendo i miti di generazione in generazione, e permettendo agli individui di entrare in uno spazio dove si possono esprimere liberamente e digerire le loro emozioni più represse, attraverso le emozioni vissute dagli attori, gli spettatori muovono le proprie emozioni. Nel teatro non c’è controllo remoto, è un’esperienza di profondo contatto che si verifica nel momento presente.

Il teatro è un grande strumento per la conoscenza di sé, perché ci aiuta a capire ciò che realmente sentiamo, grazie alla rottura di schemi che porta l’esperienza teatrale, nell’identificarci con “il Villano” o l’”Eroe” quando finalmente ottiene la sua vendetta, abbiamo anche contattato il nostro cattivo e il nostro eroe interiore.
“Giocare per essere un altro”, mi collega a parti di me stesso che avevo completamente negato, a volte è molto divertente, quando facciamo l’integrazione di ciò che abbiamo rappresentato in un workshop, mentre insistiamo nel sottolineare: “Non sono così, L’ho fatto perché era un teatro ”

È difficile per noi riconoscere il nostro talento creativo e accettare che dopo tutto sei sempre tu che hai creato il personaggio. Pertanto, il Teatro ci consente di capire come creiamo i ruoli con cui ci identifichiamo e come finiamo per confondere la nostra vera identità con il ruolo che interpretiamo.

Cosa succederebbe se io osassi diventare una persona che non assomiglia a me, in quel personaggio che critico tanto, o che tanto desidero?
Cosa succederebbe se diventassi un personaggio completamente libero nell’espressione dei suoi desideri più primitivi?
Cosa accadrebbe se dimenticassi di essere educato e decidessi di incarnare un personaggio irriverente?
Cosa succederebbe se dimenticassi la mia bassa autostima e diventassi un re abbondante, pieno di doni da condividere con gli altri?

Come ho sentito alcune volte Claudio Naranjo riferendosi alla saggezza implicita nelle opere di Shakespeare, un aspetto importante della salute, è la capacità di ogni essere umano di incarnare diversi ruoli, gli atteggiamenti e gli archetipi, come richiesto dal momento, essere in pace , aggressivo, sensuale, discreto, catartico … senza identificarsi eccessivamente con nessuno di questi aspetti.

Il teatro terapeutico è uno strumento eccellente per esplorare nuovi personaggi, finora poco conosciuti nel nostro limitato repertorio abituale, perché crea un ambiente sicuro, nel quale ci è permesso di provare nuovi ruoli, senza esporci pericolosamente a risposte indesiderate dal nostro ambiente sociale.
Fondamentalmente si tratta di conquistare una maggiore libertà espressiva, perché i personaggi che rappresentiamo in questo spazio, non devono essere logici, reali o ragionevoli, ci viene semplicemente data l’opportunità di essere qualcun altro, una possibilità di poter lasciare di agire compulsivamente sul “ruolo conosciuto” e di entrare in un diverso modo di pensare, agire e sentirsi.

Dettagli

Inizio:
sabato 21 Settembre, 10:00 am
Fine:
domenica 22 Settembre, 1:00 pm
Categoria Evento:
Sito web:
https://www.facebook.com/events/1140559246130038/

Luogo

Zen81
Via Antonio Vivaldi, 38
Napoli, NA 80126 Italia
Telefono:
3477148135